Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

DNC: Con Alba all'ultimo respiro

Tanta tanta fatica per la Poliopposti Cipir Domodossola, che solo nel finale ha la meglio sull’Olimpo Basket Alba. Ancora orfani di Fabrizio Foti, i domesi partono a loro modo, ossia in sordina: 7-0 il parziale dopo la palla a due e Domo già costretta a rincorrere. Con le rotazioni accorciate anche per la non perfetta forma di Maestrone, i padroni di casa rimangono in partita grazie alla loro difesa e alla maggiore esperienza rispetto ad una squadra molto giovane, soprattutto nel pacchetto degli esterni.

Rispetto alla performance dominante dell’ultima sfida casalinga (+41 su Follo), in campo scende la controfigura ombrosa di Domodossola: qualche disattenzione difensiva e alcune cattive letture in attacco fanno chiudere il primo tempo ai ragazzi di coach Pedroni sotto di cinque e diversi aspetti del proprio gioco da sistemare nella pausa lunga.

Nel terzo quarto Domo non sembra essere uscita dall’affanno, toccando anche il -7 e con un atteggiamento stranamente dimesso. Le partite di Alba in questa stagione sono state caratterizzate dal ritmo molto alto per 3/4 di gara, fino a mollare nell’ultima frazione: così non succede al Pala Raccagni, con i ragazzi di coach Luca Jacomuzzi che tengono per tutti i 40 minuti, costringendo i bianco-blu ad un finale in volata.

Sul meno quattro e a un minuto dalla fine Cerutti firma la seconda tripla della sua partita, regalando ai suoi il meno 1. Palla recuperata, Villani vola in coast to coast e subisce fallo. In lunetta fa due su due e Alba a dieci secondi dalla fine ha la palla della vittoria. Prima ci prova Francone, poi in seconda battuta Rossi, ma in entrambi le situazioni non viene trovata il fondo della retina e la Poliopposti Cipir una soffertissima vittoria.

Da sottolineare, oltre al decisivo Max Villani, i 16 punti di Andrea Gijnaj, miglior realizzatore domese che sta trovando di partita in partita continuità e fiducia.

Ora il calendario segna la trasferta a La Spezia, altra squadra in fondo alla classifica ma, come ha spiegato, nessuna squadra potrà essere presa sotto gamba.

 

Lascia una risposta