Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

DNC: Poliopposti Cipir arrabbiata e sconfitta

Sconfitta da Desio 78-85 solo al fotofinish la Poliopposti Cipir Domodossola, in un match molto contestato per una condotta arbitrale che ha fortemente influenzato l’esito finale. Entrambe le compagini si presentavano a questa sfida con defezioni importanti: Desio senza uno dei fratelli Rossetti, mentre Domo prima di Max Villani. Partono bene i padroni, mostrando soprattutto un buon atteggiamento difensivo e cercando di massimizzare al meglio ogni possesso.

Nel finale del quarto, però, Meregalli per tre volte in fila apre il fuoco dai tre punti, chiudendo un importante break che da agli ospiti il +6 (15-21). Desio cerca di sfruttare le rotazioni risicate degli ossolani, così prova ad allungare nel risultato, grazie alla maggiore fisicità e ai suoi tiratori perimetrali.

Domo comunque non affonda e va alla pausa lunga ancora in partita. Nella terza frazione i domesi provano a mettere in campo tutte le loro armi, ossia un ritrovato spirito difensivo e un ritmo in attacco (sia in contropiede che a difesa schierata) alto. Possesso dopo possesso i ragazzi di coach Pedroni recuperano, fino a impattare a quota 57. Fino a quel punto i fischi arbitrali erano stati caratterizzati da un metro non perfettamente chiaro e definito, ma nel quarto quarto le cose sfuggono di mano. Confondendo un’infrazione di piede per un fallo, viene assegnato un personale a Maestrone che protesta veemente e per questo si becca prima un tecnico, poi l’espulsione. Questa scelta non aiuterà a tenere sotto controllo una gara in equilibrio. In seguito verranno misteriosamente espulsi direttamente anche Marinò per Desio e Maglio per Domo per un piccolo screzio. In un ambiente caldissimo Foti (che siglerà 31 punti a referto) in fila la tripla del -2 a 30 secondi dalla fine, con ancora tutto aperto. Però nel timeout l’attenzione dell’arbitro viene richiamato dalla cronometrista che chiede l’espulsione di Marco Bassi e così avviene. Decisione che pesa tonnellate e che manda in lunetta gli ospiti, consegnando di fatto match e vittoria. La gara si chiude tra le proteste di tutto il Pala Raccagni e il rammarico per una sfida rovinata tra due squadre che si erano affrontate lealmente. Ora la Poliopposti Cipir sa che dovrà fare a meno di Maestrone per due turni e questa sarà un’assenza non da poco. Nel weekend tocca alla Coppa Italia, per cui il campionato sarà fermo, così il Domobasket cercherà di sfruttare al meglio questo turno di pausa.

 

Lascia una risposta