Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

DNC: un gran cuore nel derby non basta

Sconfitta nell’ultima gara interna della stagione regolare per la Poliopposti Cipir Domodossola, che nel derby contro Oleggio cade nel finale 78-84. In un Pala Raccagni che freme e che ribolle di tifosi è andato in scena un derby combattutissimo ma molto leale, con entrambi le compagini molto motivate: Domodossola la voglia di fermare una big della stagione a cuor leggero, dato che i playoff sono stati raggiunti da sette giorni, mentre Oleggio in caso di vittoria sarebbe stata ufficialmente e direttamente promossa in DNB con un turno d’anticipo.

A partire meglio sono gli ossolani: tiri aperti, gioco in transizione e tanto entusiasmo spingono Domodossola sul +10 (18-8), ma la Mamy riesce a ricucire parzialmente lo strappo e chiude la prima frazione sotto di sole 4 lunghezze (18-14). Nel secondo quarto i padroni di casa spingono ulteriormente: grazie al contributo di Luca De Tomasi dalla panchina (che mette 10 punti nel quarto) il Domobasket trova il massimo vantaggio proprio sul finale di tempo (44-28), con gli ospiti che faticano a trovare continuità offensiva e stare al passo ai più giovani avversari. Il copione al ritorno in campo dalla pausa lunga sembra lo stesso: Domo scatenata soprattutto sull’arco dei tre punti raggiungi anche i 20 punti di vantaggio e Oleggio che prova a rimanere a galla con i suoi talenti. Sulla sirena della terza frazione Fabrizio Foti (che chiuderà con 25 punti e sarà il miglior realizzatore) scaglia una tripla siderale che tiene i bianco-rossi a 13 punti di distanza. Ma negli ultimi 10 minuti cambia tutto. La Poliopposti Cipir perde Villani e Maestrone per raggiunto limite di falli, la spia della riserva scatta nelle gambe domesi e Oleggio ha un campionato da vincere. Totale: parziale di 20-0 pro Mamy che annulla le distanze e firma il sorpasso decisivo con la tripla di Claudio Sacco. Così Oleggio festeggia con i propri tifosi una storica promozione, mentre per Domodossola gli applausi di tutti per aver dato ancora una volta filo da torcere ad una squadra più attrezzata di lei. Il campionato per gli ossolani terminerà a Cantù sabato sera, per poi aspettare di sapere quale posizione occuperà nella griglia playoff.

Lascia una risposta