Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

UN PO’ DI STORIA…. SUDAMERICANI A DOMO.

Guardare avanti senza dimenticare chi siamo e da dove arriviamo: cercheremo in questa stagione di focalizzare l’attenzione degli appassionati su alcuni aspetti curiosi della pallacanestro domese e di rinfrescare la memoria…. magari anche grazie a chi, leggendo, si accorgerà di errori o vorrà aggiungere qualcosa.

La storia del Basket Rosmini nasce nel 1978 e da allora ne è passata di gente… per un po’ di anni gli argentini l’hanno fatta da padrone.

Nella stagione di serie C2 2003/2004, sotto la guida tecnica di coach Lazzarini a Domodossola si costruisce una corazzata per vincere.

Accanto a giocatori del calibro di LucatoUccelli e Castiglia arFlaquer_Walterrivano ben tre argentini: Maxi Moreno, Guido Cuadrelli e Walter Flaquer; quest’ultimo, per problemi legati al tesseramento non giocherà nemmeno una partita!

… e dire che era un signor giocatore! un vero e proprio lusso di quella formazione nata per vincere.

CUADRELLIGuido Cuadrelli rimane uno dei giocatori più forti della storia del Basket Domo: un lungo in grado di giocare da pivot e da ala, con un tiro da tre fenomenale per il ruolo, che nella stagione successiva approderà a Reggio Calabria, in serie A.

morenomaxi

Maxi Moreno è stato invece un play “caliente”… dopo una partenza sottotono è gradualmente cresciuto esplodendo definitivamente nel finale del Campionato trionfale che porterà appunto alla prima promozione in serie C1.

Archiviata la prima stagione di serie C1 in maniera fallimentare il basket Domo torna in serie C2 e nella stagione 2005/2006 si costruisce una squadra quasi tutta domese: Bellone, Cerutti, Peruzzo, De Feo, Gullo, Rabaglia, Leonardi, Maffioli, Guerra, capitan Tamini da Gravellona e Luciano Mussini.

MUSSINIMussini è argentino come i tre di cui sopra: lungo roccioso disputa una buona stagione… è l’anno della nevicata record e rimane nella storia la sua telefonata ad un dirigente che suonava più o meno così: “…ma quando finisce?!”.

Nel 2006/2007 arrivano due nuovi stranieri: il cecchino albanese Real Vorfa, capocannoniere del torneo la stagione prima a Trecate ed Emilio Dominguez, altro pivot.

DOMINGUEZ

 

Troppo giovane per dominare ha però regalato sprazzi di grande basket: fisicamente devastante, grande schiacciata, buoni fondamentali, sarà poi protagonista di ottimi campionati al suo ritorno in Argentina.

 

 

SCANDROLIL’ultimo argentino a Domo è stato Federico Scandroli, nella stagione successiva: arriva a Domo insieme al play Senesi e ad Oreste Realini.

Altro lungo dalla grande velocità disputerà una stagione tra alti e bassi, dimostrando comunque di valere il campionato.

La stagione successiva, nel 2008/2009, arriverà un altro sudamericano…. questa volta dall’Uruguay: il pivot Marco Carvalho.

E’ l’anno dell’arrivo di Riccardo Schifano in una formazione guidata da Pippo Rabbolini con il sempreverde capitan Tamini,  Maffioli, Leonardi, Realini e tanti giovani (Maffioli jr, Pigazzini, Djokovic, Prigionieri, De Tomasi)

Carvalho_MarcoGiocatore eccezionale, Carvalho finirà la stagione zoppicando per un serio problema al ginocchio dopo aver dominato sotto i tabelloni.

Carvalho che, tra l’altro, vanta presenze nella nazionale uruguagia nella stagione 2004/2005.

Sudamericani a Domo: gente tosta, ragazzi eccezionali, giocatori che hanno vestito la maglia onorandola, giramondo.

Un saluto affettuoso ed un abbraccio a tutti loro… Ovunque essi siano.

….stay tuned… la storia continua.

 

Lascia una risposta