Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

1990/1991 – LA PRIMA PROMOZIONE IN SERIE D: CRONACA DELLA FINALE.

Facciamo un po’ di storia…

il Basket Rosmini ha militato per anni e anni nella Promozione… spesso ad un passo dal salto di categoria si è trovata a disputare incontri tesissimi, soprattutto contro l’odiata (sportivamente parlando) Oleggio.

Nella stagione 1990/1991 si arriva di nuovo in finale, contro Cameri.

La gara decisiva si gioca al Rosmini di Domodossola: le tribune sono stracolme di appassionati e tifosi.
Il Presidente è il sig. Prada di Bognanco, mentre l’allenatore è Pippo Rabbolini, da anni sulla panchina domese.
E’ una squadra con una batteria di lunghi da fare invidia e con alcune individualità letali.

silvano-zanola_pp

 

Per la cronaca tra le fila del Domo un certo Silvano Zanola, oggi Responsabile del Minibasket.

 

 
La cronaca della finale è riportata da Eco Risveglio:
U.S. ROSMINI – CAMERI 74 – 72
Per Domodossola scendono in campo: Amaducci (15 punti), Bo, Boiardi (2), Castano, Drutto (37), Panziera (10), Pisenti (4), Scarlatti (6), Vairetti e Zanola.
Al quinto della ripresa, con i domesi sotto di undici punti, avviene l’incredibile: Drutto, sino ad allora poco in partita, mette le ali al Rosmini e lo fa volare in serie D.
Tredici minuti di fuoco, dal quinto al diciottesimo, nel corso dei quali è stato irrefrenabile con all’attivo 27 punti (8 canestri e 11 liberi su 12) ed alla fine dei quali i domesi erano avanti di quattro punti.
Sembrava fatta, ma il Cameri non cede ed al ventesimo porta le sorti in parità, tocca perciò ad Amaducci, a sette secondi dal termine, suggellare la vittoria con due tiri liberi.
Baraonda finale con grande gioia per giocatori e tifosi, ma moltissimi problemi incombono sulla società; di questo parleremo poi, ora gustiamoci la vittoria.
Gli eterni secondi questa volta hanno coronato il loro desiderio di primato, giocandosi tutto un campionato sull’arco di quindici minuti, ma sfoderando una grinta di cui non li pensavamo capaci.
La cronaca: buon avvio dei domesi che al diciannovesimo del primo tempo sono sopra di otto punti (con Pisenti e Panziera con 4 falli in panchina); a questo punto scattano due minuti di lucida follia ed il Cameri recupera sette punti.
Ripresa con gli ossolani che lasciano la testa in panchina e che, incassando un parziale di 12 a 2 gelano le speranze di vittoria. A questo punto sotto la spinta dell’incessante sostegno del pubblico, scatta la molla del recupero e la partita si chiude così come si sperava finisse.
Un grazie quindi a tutti i ragazzi, compresi quelli non presenti come Mariola, Tomà, D’Alberti, Peverini e Rapetti, per la gioia di questo successo; mentre un ringraziamento del tutto speciale va al Rosmini ed in particolare a chi da amico sincero, nostro, ma soprattutto dello sport, ha seguito la squadra più da vicino: don Bonacina e don Bellebono.
Oggi, senza il loro appoggio, non ci sarebbe niente, perciò ci auguriamo che questa amicizia duri il più a lungo possibile.

Domo sale in serie D.

La stagione successiva sarà complicata…. ma avremo tempo e modo di parlarne…….

Lascia una risposta