Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

PRE CAMPIONATO – IL PUNTO DI DOMOBASKET.IT

A due settimane dall’inizio del Campionato e dopo la brillante trasferta in quel di San Giorgio è tempo di bilanci; provvisori ovviamente. Bilanci su quanto visto sul campo e considerazioni su quanto succede fuori dal campo…

Le quattro le uscite della nuova VINAVIL CIPIR Domodossola hanno evidenziato una costante crescita del gioco: dopo l’asfaltata subita ad Omegna nel cosiddetto “derby del cuore” (sarebbe servito un defribillatore a fine gara… ) a pochi giorni dall’inizio della preparazione i ragazzi di coach Fabbri hanno disputato una buona gara con la C-gold lombarda di Cermenate davanti al pubblico di casa, hanno giocato alla pari con la PMS Moncalieri di serie B nel “memorial Gontero” e sono reduci da una prestazione maiuscola contro la Sangiorgese affrontata senza Tommei, Serroni, Bertona e Fornara.

Tolta la Fulgor, apparsa di un altro pianeta ed incontrata probabilmente troppo presto, la VINAVIL CIPIR non ha sfigurato contro le due squadre di serie B incontrate; anzi… per lunghi tratti ha giocato alla pari vincendo alcune frazioni.

Un crescendo che fa ben sperare anche se risultano evidenti gli aspetti da migliorare per arrivare all’esordio in Campionato a pieno regime: non dimentichiamoci della rivoluzione di inizio stagione in cui la società ha optato per la creazione di un gruppo quasi completamente nuovo e per una nuova guida tecnica.

Scelte tecniche che possono essere condivise o meno, ma che meriterebbero il rispetto di tutti coloro che hanno a cuore questo sodalizio.

Coach Fabbri ha impostato un lavoro duro ed intenso confermando quanto di buono si narrava di questo toscano che a Scauri ha messo le radici e che in carriera ha vinto tanto…. una lunga preparazione con due sessioni di allenamento al giorno e la scelta di amichevoli con avversari di categoria superiore per rendere più significativi i match.

Ad alcune note molto positive (il lavoro dello staff tecnico appunto, la continua crescita di alcuni giocatori, le conferme di Tommei e Serroni, le sorprese positive di alcuni nuovi innesti, l’entusiasmo e la dedizione degli under aggregati con i tanti minuti di campo per Nagini) se ne sommano altre meno confortanti anche se non ancora preoccupanti (alcuni giocatori si sono visti solo a sprazzi, ci sono automatismi ancora da trovare nello sviluppo dei nuovi giochi, la squadra è stata falcidiata da infortuni vari); da tempo coach Fabbri ed il suo staff non riescono a svolgere allenamenti a rosa completa a causa di un affollamento dell’infermeria che speriamo possa terminare a breve.

Va comunque sottolineato come, nonostante l’emergenza, a San Giorgio la VINAVIL CIPIR abbia “portato a casa” la prima e l’ultima frazione facendo vedere a tratti bel gioco e quell’intensità difensiva che è il biglietto da visita di coach Fabbri.

Da oggi inizia un periodo di preparazione in palestra con il solo match amichevole di giovedì; una partita con la Cestistica che sarà un momento di coesione e di ricordo nel “memorial Spadazzi” più che un test: un allenamento fra i ragazzi di due società che vogliono onorare la memoria del giovane Alessio e che vogliono regalare uno spettacolo a tifosi ed appassionati dimostrando che si può e si deve lavorare insieme.

Già… lavorare insieme.

Perchè vale la pena ricordare che viviamo “in culo ai lupi”, come direbbe qualcuno, che possiamo contare su un bacino d’utenza ridicolo in termini numerici rispetto ad altre realtà nemmeno troppo lontane, che dobbiamo fare le nozze con i fichi secchi in una landa che non è riuscita negli anni a regalare un palazzetto dello sport al movimento locale e che vede l’azzeramento del sostegno pubblico a tutti i livelli istituzionali; vale la pensa ricordare che per giocare la sera dobbiamo cambiarci le lampadine “in house”, come direbbe qualcun’altro.

In un contesto così “estremo” c’è ancora chi fa le “polemichette”, ma c’è anche, per fortuna, chi ha voglia di fare e di investire…

 

 

Lascia una risposta