Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

IN BOCCA AL LUPO FRA! ESORDIO PER PETRICCA NELL’ARONA BASKET

Francesco Petricca è stato per anni “il gladiatore” di Domodossola.

Una sintesi perfetta del suo modo di vivere le partite: sempre al limite, sempre a mille, sempre con una grinta che diventa spesso trascinante.

Arriva a Domodossola nella stagione 2011/2012 insieme ai nuovi innesti Tonin, ragazzone di Torino che farà una buona stagione da pivot, e Bonetta, ragazzo del vivaio omegnese che non riuscirà invece ad esplodere.

Nel corso della stagione in cui si farà male Setti si aggiungeranno la guardia Bianchi, senese e Yari Graciotti, un pivot non proprio longilineo che riuscirà ad incidere più fuori dal campo che in campo. E’ una squadra che vede già come uomo faro Fabrizio Foti.

Petricca non impiega molto ad entrare nel cuore dei tifosi: perché è uno che da tutto, perché, soprattutto nei primi anni, è un folle, un intimidatore, uno che non si tira mai indietro.

I suoi blocchi sono di marmo e la sua lingua tagliente: buon tiratore, negli anni ha perfezionato la sua tecnica sul tiro da tre punti.

A Petricca ogni tanto si chiude la vena” è il commento di molti compagni che lo adorano; ed in effetti, soprattutto nelle prime stagioni sono fioccati falli tecnici, uscite dal campo per cinque falli, antisportivi ed espulsioni.

Era uno così: gioie e dolori con lui. Poi è cresciuto, è maturato, ha iniziato ad allenare.

Protagonista della storica promozione in serie B, ha convissuto nella sua ultima stagione nel Rosmini con infortuni e problemi che lo hanno tenuto spesso fuori dal campo.

Nell’estate scorsa si è chiusa la sua avventura con il Domo, non senza qualche polemica e Francesco è approdato ad Omegna in veste di allenatore delle giovanili…

ma mancava il campo e per un gladiatore vivere senza l’arena è sofferenza.

Nella tredicesima giornata del campionato di C-Silver è stato protagonista del suo esordio nel Basket Arona (vittoria contro Settimo Torinese) con 13 punti: classe 1985, Francesco raggiunge un altro “ex Domo” approdato ad inizio stagione sulle rive del lago Maggiore, Maurizio Realini.

Con loro “il vecchietto” Picazio, classe 1979; un altro signor giocatore.

Picazio ha infatti esordito in serie A nel 1998 con la maglia di Reggio Emilia il 29 gennaio contro la Stefanel Milano. Ha militato nell’Unione Cestistica Casalpusterlengo nel girone A della Serie A Dilettanti. Ha ricoperto il ruolo di guardia nella Fulgor Omegna per quattro campionati dal 2009 al 2013, vincendo una Coppa Italia di Serie A Dilettanti contro la PMS Torino di Stefano Pillastrini.

Dopo l’esperienza a Omegna, nella stagione 2013-2014 Picazio è passato in DNC alla Gessi Valsesia Basket, vincendo il campionato 2013-2014 con la conseguente promozione in Serie B; nella stagione successiva è rimasto ne Valsesia Basket nel campionato di Serie B, dove ha ricoperto le vesti di capitano. E’ ad Arona dalla scorsa stagione.

In bocca al lupo Fra!

In bocca al lupo Basket Arona!

 

Lascia una risposta