Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

LA SERATA PERFETTA…DOMODOSSOLA 2 TORINO 0

Era attesa da settimane e finalmente è arrivata: la gara con Crocetta era di quelle che contano e la voglia di riaffrontare i torinesi dopo quella sconfitta di 8 punti all’andata è cresciuta gradualmente fino a sfociare in un match in cui la VINAVIL CIPIR ha dimostrato di essere squadra.

“Queste sono scaramucce…. le partite che contano saranno ai play off” coach Fabbri ha liquidato con queste parole la “serata perfetta” di Domo.

Perchè Fabbri di play off ne sa qualcosa… e di campionati ne ha visti troppi per non sapere che Domodossola “non ha ancora fatto nulla”.

Per adesso godiamoci “la serata perfetta” preparando la prossima trasferta a Torino contro il CUS con un turno di riposo, quello dell’imminente week end, che consentirà a tutti di ricaricare le batterie e di sistemare, si spera, qualche acciacco di troppo patito nell’ultimo mese.

Domo ha vinto sul campo e fuori: sul parquet ha dominato il match con una partenza bruciante che ha lasciato a zero Crocetta per molti minuti ed ha ribaltato la differenza canestri con il 64 a 53 finale che vale il +11 mentre fuori dal campo ha ritrovato il tifo dei giorni migliori, con tutto il settore giovanile sugli spalti a cantare guidato dai ragazzi della Brigata BiancoBlu che, nonostante le defezioni per studio e per lavoro, non mollano mai.

Un palazzetto pieno e caldo che ha trascinato i ragazzi di coach Fabbri dal primo all’ultimo minuto: è da qui che dobbiamo ripartire per giungere ai play off con il fortino di nuovo attrezzato e di nuovo in grado di far pesare il fattore campo come è spesso capitato in passato: “il pubblico è stato il sesto uomo in campo” ha detto coach Fabbri…ed in sei, è matematico, si gioca meglio.

In campo i ragazzi hanno dato dimostrazione non soltanto di valore tecnico, ma anche di carattere: Tancredi Rotundo in tuffo che recupera un pallone è il simbolo della “serata perfetta”; Tancredi Rotundo: arrivato a Domodossola dopo un’estate calda come la sua Soverato… un’estate di scelte dolorose e impopolari; arrivato per ricoprire un ruolo che era stato di un certo Fabrizio Foti e, suo malgrado, con gli occhi di tutti puntati addosso.

Partita dopo partita ha iniziato a conoscere la squadra ed a capire l’ambiente… conoscere Domodossola e capire il campionato piemontese, tanto diverso da quelli cui era abituato. Ha preso qualche muro in faccia ed ha ancora qualche “sbandata” caratteriale, ma oggi è faro della VINAVIL CIPIR e con Andrea Tommei forma una coppia di play di altissimo livello… da bagarre e combattimento il buon Tancredi, più ordinato e finalizzatore Tommy.

Si dice che una squadra cresca somigliando sempre un po’ di più al suo allenatore e qui le somiglianze sono lampanti.

Questo è un gruppo che ha individuato un leader e che quel leader lo sta seguendo: la crescita di qualcuno è sensazionale e riesce a colmare anche le serate storte di due pezzi da novanta come Tommei e Kuvekalovic. E’ una squadra che merita fiducia e che merita il posto in cui sta…

E’ vero… Leone Gioria, forse il miglior giocatore del Campionato e sicuramente il miglior marcatore, è stato limitato dai postumi di una scavigliata rimediata in settimana… ma all’andata noi abbiamo giocato senza capitan Serroni ed il Serroni visto in campo ieri sera vale il prezzo del bilglietto.

E poi Domodossola ha vinto nella pausa presentando i giocatori di domani in una foto di gruppo che racconta di quanto lavoro ci sia oltre la prima squadra… perchè la “serata perfetta” è fatta di tanti tasselli che sono andati ognuno al loro posto.

Ora la VINAVIL CIPIR dovrà dimostrare un altro passo avanti… dovrà saper dimenticare la “serata perfetta” e giocare tutte le partite senza fare l’errore di sottovalutare gli avversari, di credersi più forte o di pensare di aver già vinto… perchè, non dimentichiamoci il “Fabbri style” “queste sono scaramucce”.

Per la cronaca, in contemporanea alla vittoria di Domodossola contro Crocetta Torino, anche la Cestistica ha vinto a Torino una gara importante ed uno scontro diretto fondamentale per la classifica di serie D.

Domodossola batte Torino due a zero…. la “serata perfetta”.

 

Lascia una risposta