Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

EDO VERCELLI PRESENTA I PLAY OFF CONTRO BORGOMANERO

Squadra che ha agguantato il posto Playoff per la prima volta in stagione alla penultima giornata battendo nelle scontro diretto Ciriè e sfruttando la sconfitta del canestro da noi.

Inutile dire che le attenzioni principali sono come ogni volta che si gioca contro Borgomanero nei confronti dello storico duo Giadini-Ferrari a cui in questa stagione è emerso il talento cristallino della guardia classe 2001 Marco Rupil che ha preso “il posto” che in passato occupava Flavio Gay avendo grandi responsabilità offensive nonostante la giovanissima età. Maurizio Giadini è uno di quei giocatori che non ha bisogno di presentazioni, una carriera vissuta ad alti livelli, che negli ultimi anni si diverte ad insegnare i trucchi del mestiere ai più giovani compagni di squadra.

In grado di ricoprire ogni ruolo in campo sempre con un ottima visione di gioco che lo rendono pericoloso anche in posizione di playmaker.

Federico Ferrari invece ha più talento a livello realizzato del primo con grande pericolosità spalle canestro e dietro la linea dei 3pt .

Gnecchi e Cesani si dividono i minuti in cabina di regia col primo più giocatore da campo aperto mentre il secondo dotato di ottima visione di gioco e ottima abilità nel passaggio.

Nello spot di guardia spicca Marco Rupil,un ragazzo normale alla sua età disputerebbe una serie C al primo anno da rincalzo mentre lui invece risulta essere il primo violino della squadra viaggiando a 14.4 di media frutto di giocate in campo aperto di grande personalità e tiri da 3pt presi in ogni modo immaginabile.

Ferrari e Giadini si dividono i minuti da ala grande mentre in posizione di centro vi sono i classe 1999 Dal Maso e Buldo,col primo che basa il suo gioco sul atletismo mentre il secondo più di stazza è dotato di mani più educate.

Come da tradizione del College oltre a tutti questi ragazzi  a completare il roster vi sono decine di altri giovani promettenti da Pozzi a Paoli fino addirittura allo svedese Lofquist che rendono Borgomanero una squadra da affrontare con grande attenzione anche se in stagione regolare giocammo due ottime partite a livello offensivo.

Abbiamo lavorato tutto l’anno per questi momenti, siamo stati bravi a non sottovalutare nessuno e a rinascere dopo ogni passo falso ora è arrivato il momento di combattere davvero per il nostro sogno…

Tutti insieme 

FORZA DOMO

Lascia una risposta