Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

CIAO BORKO E CIAO FRANCI… E GRAZIE DI TUTTO!

Ancora non si sta pensando alla squadra che verrà… c’è da godersi un po’ di gioia residua e c’è da riorganizzare la società… perchè la serie B è tanto difficile.

Una certezza c’è già però: Borko Kuvekalovic e Franci Zeneli non saranno a Domodossola il prossimo anno… questione di regolamenti FIP (discutibili?) che non prevedono stranieri in serie B a meno che non abbiamo maturato tot anni di campionati in Italia.

Stiamo parlando di due protagonisti assoluti del campionato appena vinto e di due giocatori che, ne siamo certi, potrebbero fare bene anche in serie B.

Il bianco e il nero… due ragazzi completamente diversi che sono riusciti ad inserirsi perfettamente nel mosaico della squadra di quest’anno.

Franci Zeneli è stato il pivot più forte della stagione: 506 punti complessivi (più di 15 a partita) e numerose doppie doppie (313 rimbalzi complessivi, con quasi 10 di media a partita); al suo arrivo a Domodossola qualcuno ha eccepito sul fatto che non fosse “altissimo”… con i suoi due metri ha dominato in lungo e in largo, ha regalato schiacciate spettacolari e stopppate, ha preso rimbalzi ed ha tirato dalla media in sospensione come una guardia.

Uno dei “lunghi” più forti mai visti dalle nostre parti: per lui anche la soddisfazione della convocazione nella nazionale albanese. Polemico, irascibile e ogni tanto in campo “sopra le righe” Franci è un ragazzo straordinario che si è fatto voler bene… a volte insopportabile, ma con un cuore grande e con la cultura del gruppo. Uomo spogliatoio, estroverso e forte… fortissimo; studia all’Università perchè, a parte gli scherzi, Franci è super.

Borko Kuvekalovic è arrivato per la seconda volta a Domodossola e per la seconda volta se ne va con un campionato vinto: se due anni addietro fu una vera e propria rivelazione, quest’anno è stata la conferma: per tutto il girone di andata ha tenuto la squadra sulle spalle arrivando al giro di boa come miglior marcatore del campionato. Nella seconda parte di stagione è diventato giocatore totale, con grandi prestazioni difensive; 430 punti per lui (13 di media a match) e tanta sostanza.

Al contrario di Franci, Borko è un ragazzo più introverso e silenzioso; se il primo è polemico su tutto (in campo e fuori), il secondo non sbaglia mai una parola, non si lamenta mai… “tutto bene” è la sua risposta sorridente. In campo ha regalato perle che rimarranno a lungo negli occhi di tutti.

Educato, composto, intelligente, disciplinato… Borko è entrato nel cuore di Domodossola almeno quanto Domodossola è entrata nel suo.

Franci e Borko… protagonisti assoluti che ci salutano….e nella gioia traspare un velo di malinconia.

GRAZIE DI TUTTO E IN BOCCA AL LUPO RAGAZZI: DOMO E’ CASA VOSTRA.

Lascia una risposta