Le notizie di DomoBasket

La comunità del basket domese

DERBY DEL CUORE ALLA PAFFONI

Ultimo appuntamento di precampionato per la VINAVIL CIPIR DOMODOSSOLA: al PalaBatttisti di Verbania è andato in scena il “derby del cuore” con la Paffoni Omegna.

Partita senza storia se non per la prima parte del match in cui i ragazzi di coach Valli sono partiti forte raggiungendo anche un sorprendente +11.

Sorprendente perché il valore dei due roster al completo parlano di due livelli nettamente differenti: gli omegnesi con l’ennesima squadra costruita per vincere il campionato ed i domesi che hanno come obiettivo la salvezza.

Se a questo si aggiunge che Valli non ha potuto schierare Serroni, Tommei e D’Andrea in recupero da infortuni vari e Di Meco colpito da un lutto famigliare e quindi assente (a lui ed alla sua famiglia le condoglianze da parte di tutto il Basket Rosmini Domodossola) risulta evidente come il risultato fosse già segnato.

In campo per lunghi tratti i giovanissimi Carone, Ferraris e Bellia oltre all’under Ballabio (top scorer per gli ossolani con una prestazione fatta di coraggio e sostanza) e l’ultimo arrivato in casa VINAVIL CIPIR, il lungo classe 1997 Stefano Saletti.

Risultato scontato (96 a 72 finale), ma la sensazione che la squadra stia facendo progressi… seppur giovanissima (con il solo Tempestini “senior” di grande esperienza) ha fatto vedere alcune cose interessanti, a partire dalla personalità del già citato Ballabio, fino ad arrivare alla conferma che Giani Zaharie potrà essere uomo fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo.

In un pre campionato che ha visto la squadra ossolana faticare a trovare gioco e affiatamento la partita di ieri sera, a dispetto del risultato finale, ha lasciato in bocca un sapore buono.

Abbiamo visto male? No… abbiamo visto una squadra di “bimbi” decimata che ha affrontato una corazzata a casa sua con spavalderia e senza mollare: con impegno e voglia di migliorarsi.

Domenica si inizia a fare sul serio… a Domo arriverà Oleggio per un match importantissimo fra due compagini che hanno il medesimo sogno: rimanere in B.

Si comincia!

(ringraziamo Gianpiero Cardani per la foto che gli abbiamo “rubato”… bellissima, come sempre).

Lascia una risposta